Fratelli Alinari - Firenze
Cerca in Alinari.it
Cerca in Alinari Shop

  Italiano  |  English  


Tutte le News
Robert Capa in Italia
Trieste, 27 maggio > 17 settembre
AnimAlinari
Cisano di San Felice del Benaco (BS), 1 luglio > 1 ottobre
Torino 150 anni fa. La città reinventa la sua immagine.
40 fotografie Alinari raccontano Torino che entrò nella Belle Epoque
IL TEATRO DI LYDA BORELLI
Nuovo catalogo
SAVE THE DATE SPECIALE ALINARI
La puntata di Rai5 del 17 giugno
Corso estivo introduttivo alla Conservazione e Restauro della Fotografia, settembre 2017
PROMOZIONE SPECIALE!!! PER LE ISCRIZIONI RICEVUTE ENTRO IL 16 LUGLIO 2017 LA QUOTA SARA' DI 600 EURO ANZICHE' 675
Questioni di Famiglie
Bibbiena, 17 giugno > 3 settembre
Imperdibile Marilyn
Donna, mito, manager
Roma fino al 30 novembre
HENRI CARTIER-BRESSON fotografo
A San Gimignano fino al 16 ottobre
Missone Egitto 1903-1920
Con il contributo degli Archivi Alinari
ALINARI IMAGE MUSEUM
Aperto a Trieste al Castello di San Giusto
Resta aggiornato
per ricevere le novità
VISITA LO STABILIMENTO STORICO FRATELLI ALINARI
Le visite sono organizzate solo per gruppi
 
ALINARI IMAGE MUSEUM

Trieste
Castello di San Giusto
Orari: 10.00 – 19.00, lunedì chiuso
Biglietto intero: 8€ - ridotto: 6€
(comprensivo di ingresso al Castello)
www.imagemuseum.eu

Dalla fotografia all'immagine: è il viaggio che Alinari, la più antica azienda di fotografia al mondo, fa intraprendere ai visitatori dell'AIM, l'Alinari Image Museum, nei prestigiosi spazi del Bastione Fiorito del Castello di San Giusto, monumento simbolo della città di Trieste. Qui, la fotografia viene smaterializzata in immagine grazie alla tecnologia e diventa fruibile ai visitatori in una nuova veste multimediale e interattiva.

Una trasformazione che offre nuove emozioni a chi la fruisce, portandola nella realtà virtuale e nel 3D. Un modo per arricchire di contenuti educativi la fotografia d'oggi e per proiettare nei linguaggi contemporanei e liberare dalla patina di polvere la fotografia storica, sempre nel rispetto di un serio approccio filologico.

Il Museo si articola in tre principali sezioni, fruibili tradizionalmente, interattive o immersive. .

Un’ala è riservata alla fotografia analogica, ovvero, alla fruizione tradizionale delle immagini in fotografie stampate. .

Un corridoio didattico sfrutta display e postazioni interattive per creare un livello di approfondimento multimediale ai contenuti, dove la fotografia diventa video, interazione, terza dimensione. Qui vi è la postazione Alinari Archive, dove è possibile, per studenti o appassionati, accedere in locale all’intero database di 50mila foto in altissima risoluzione, ricercabili attraverso 80 classi semiologiche e 8mila parole chiave in italiano e in inglese, o visualizzare mostre AIM, ormai concluse, ma ancora fruibili grazie a una library residente. .

Dal corridoio si accede alla temporanea digitale, spazio immersivo, dove immagini e scenografie sono visualizzate o videoproiettate, e dove è possibile lasciarsi trasportare nel tema dell’esposizione e fruire, come in un cinema di immagini, centinaia di foto d’autore.

Seguici anche su Facebook per rimanere sempre aggiornato